Vino. Perché le bottiglie più comuni hanno una capacità di 0,75 litri?

Vino. Perché le bottiglie più comuni hanno una capacità di 0,75 litri?

Il contenitore comune del vino è la bottiglia di vetro. Le teorie sulla sua capacità da 0,75 l sono diverse. Alcune più plausibili altre meno. Vediamo quali.

Vino. De gustibus non est disputandum, è vero, sui gusti non si discute. Quando si usa questa frase si mette un po’ uno stop alla discussione e si va avanti. Proprio sulla sua origine ci sono pareri discordanti che si fondono con le leggende metropolitane. Quindi che si apprezzi il bianco, rosso o rosato non importa.

Viviamo un po’ la stessa cosa con la storia del perché la bottiglia di vino più comunemente usata contenga 0,75 l. Certo i formati non si fermano qui, le bottiglie di vino si trovano in diverse forme e dimensioni. Le più note sono: la Bordolese, nata nella regione del Bordeaux, probabilmente la più usata nel mondo sia per i vini bianchi che rossi; la Borgognotta con il vetro verde scuro o marrone per i rossi, anche questa molto usata; le Magnum da 1,5 litri oppure un po’ “le storiche” come la Chiantigiana, usata per l’imbottigliamento dei vini del Chianti o la Pulcianella originaria di Montepulciano e usata un tempo dai nobili. Di certo le tipologie non si fermano qui.

bottiglie vari formati

Vediamo ora come si arriva al formato più comune: una storia racconta che i soffiatori di vetro avessero una capacità polmonare pari o simile a 0,75 l quindi grazie alle loro capacità le bottiglie iniziarono a diffondersi con questa capienza.

La seconda storia ci porta nel Regno Unito dove l’unità di misura utilizzata è il gallone, pari a 4,5 litri. Le casse da trasporto contenevano 2 galloni, ovvero circa 9 litri, e 12 era la quantità definita ottimale di bottiglie per ogni cassa. In questo modo con il calcolo matematico 9 litri / 12 bottiglie = 0,75 litri per bottiglia. Ancora oggi è così e in pochi altri paesi, come il nostro, le casse di bottiglie di vino prevedono sei bottiglie equivalenti ad un gallone.

Ci sono poi le esigenze pratiche, in questo caso delle osterie, che per calcolare quante bottiglie dovessero stappare si basavano sul quantitativo di vino dei loro bicchieri. Questo era infatti di circa 125 ml. In questo modo ogni bottiglia da 0,75 avrebbe corrisposto a sei bicchieri.

Infine una quarta ipotesi si basa sul peso. Sembra che per usare una misura comune a tutti, efficace e utile per il commercio, si decise che il peso di una bottiglia di vino in totale, dovesse corrispondere ad un kilogrammo. Di conseguenza si fece sommare il peso del liquido con quello del vetro. Infatti una bottiglia da 0,75 l in vetro pesa circa 250 grammi mentre 0,75 di vino (il liquido) pesano circa 750 grammi, la somma fa un kilo.

Share

Written by:

21 Posts

View All Posts
Follow Me :