World’s 50 Best Bars 2020. Il Connaught Bar di Londra vince l’ambito premio

World’s 50 Best Bars 2020. Il Connaught Bar di Londra vince l’ambito premio

Al World’s 50 Best Bars vince un bar di Londra, ma a guidarlo ci sono due italiani. Ecco i primi cinque classificati.

Bartender

Nel settore della mixology uno dei premi più “golosi” è l’annuale kermesse del World’s 50 Best Bars. Quest’anno in vetta arriva un bar londinese, il Connaught Bar, anche se il cuore che batte è tricolore. Sono infatti Ago Perrone e Giorgio Bargiani, rispettivamente, Director of Mixology e Head Mixologist ad essersi aggiudicati insieme alla loro squadra il titolo di miglior bar del mondo. Anche il Bar Manager è italiano, anzi italiana. Si tratta della cagliaritana Maura Milia. L’ambiente è raffinato ed elegante con una drink list eccezionale.

Per il secondo posto dobbiamo fare un salto oltreoceano ed approdare a New York. Qui, con una lunga storia di ospitalità newyorkese, troviamo il Cafè Dante. Nel 2015 Linden Pride e Nathalie Hudson decidono di ristrutturare ma senza stravolgere e conquistano. Anche qui c’è un tocco di italianità sia nell’arredamento che nel menù.

Atterriamo invece ad Atene, in Grecia, per entrare al The Clumsies. È suo il terzo posto del World’s 50 best bars. Si trova al centro della capitale. Un lungo bancone ad accogliervi e diverse stanze. Piccole e grandi modifiche trasformano gli ambienti ma cordialità e la sensazione di sentirsi a casa la fanno da padrona.

World’s 50 Best Bars. Cocktail

Quarto posto e primo in terra d’Asia. Atlas, questo è il nome. Indicato come uno dei locali con la migliore collezione di liquori al mondo. L’elenco dei soli gin va verso le 1500 etichette. Lo stile dell’edificio, che si trova a Singapore nello storico quartiere Bugis, è basato su quello delle lobby Art Déco d’Europa. Voluto dal defunto presidente del Chyau Fwu Group, CS Hwang. Oggi ci sono i nipoti della famiglia Hwang a portare avanti il progetto.

Torniamo a Londra, nel Regno Unito, per conoscere il quinto classificato: il Tayēr + Elementary. Questo bar, al 152 di Old Street, è nato nel 2019 ma da subito ha iniziato a farsi notare. Strutturato in due ambienti: Elementary dove il consumo è più alla portata di tutti. Dietro un grande muro invece c’è il Tayer con un ambiente dove si degustano cocktail e prodotti più ricercati.

Share

Written by:

19 Posts

View All Posts
Follow Me :