Caro gelato, che strano che sei!

Caro gelato, che strano che sei!

La gelateria è diventata parte integrante della cucina, ormai non esistono più solo i gusti, basati su crema e frutta, ma tutto può diventare gelato

Il dolce estivo per eccellenza, che sia in cono, in coppetta o confezionato, è il gelato. Negli ultimi anni, però, i gusti si sono moltiplicati a dismisura, realizzando dei gelati dai gusti inaspettati: dalla carbonara alla pizza.

I gelati con i sughi laziali

Cacio e Pepe, Carbonara e Amatriciana sono i tre sughi che qualsiasi turista deve assaggiare se passa per Roma. Adesso, però, non sono più solo condimenti per la pasta ma sono diventati, anche, gusti di gelato. Tra le prime gelaterie a proporre la cacio e pepe è stata Otaleg, che si trova in Via San Cosimato a Roma, nonostante la forma e il modo di mangiarlo è diverso il gusto è quello del piatto di pasta. La gelateria artigianale Cremeria Opera, di Lucca, invece, per aiutare i terremotati di Amatrice, ha realizzato il gelato all’amatriciana a base di pomodoro, olio extravergine, pepe e guanciale caramellato. Infine, la carbonara, forse uno dei primi più amati da tutti, è stata trasformata da Gusto 17 in bon bon di gelato: una crema all’uovo salato, una salsa di pecorino, poi ricoperti da una glassa di cioccolato bianco e pepe nero con coriandoli di guanciale come guarnizione.

Gelato alla pizza

Uno dei piatti italiani più conosciuti al mondo è la pizza. Allora perché non realizzare un gelato che abbia questo sapore? Il primo gelato al gusto pizza aveva una base al pomodoro, aglio, origano e basilico. Successivamente, è stato migliorato proprio a Napoli: una base cremosa al fior di latte, una confettura di pomodori San Marzano e, infine, per decorare delle briciole di cornicione.

Pere e Gorgonzola

Formaggio e pere è uno degli abbinamenti più antichi che esiste. Spesso questo piatto viene servito come fine pasto. Il suo passaggio a gelato, quindi, è stato quasi naturale. Ad oggi, il gusto pere e gorgonzola, formaggio che si adatta perfettamente a diventare una crema, è diffusissimo.

Gelato alla vaniglia, sciroppo d’acero e bacon

Questo gusto ancora non è riuscito a conquistare l’Italia, ma è molto diffuso degli stati uniti perché non è altro che la trasposizione in gelato della classica american breakfast che mescola il dolce e il salato. Una base di gelato alla vaniglia arricchito con lo sciroppo d’acero (utilizzato spesso come condimento per i pancake) e pezzetti di bacon croccante.

Gelati con le birre

In Germania il protagonista indiscusso dell’Oktoberfest è il gelato alla birra, in Italia si trova quasi esclusivamente nei ristoranti. Proprio su questa scia in Irlanda hanno realizzato il gelato alla Guinness e cioccolato. Il leggero sentore di liquirizia della birra irlandese si sposa alla perfezione con il cioccolato.

Gelato al nero si seppia e calamari

In breve tempo questo gusto ha conquistato i palati giapponesi, non si sa ancora se riuscirà a superare i confini e conquistare l’Europa. Il suo aspetto completamente nero e il sentore salato tipico della seppia riusciranno a conquistare il gusto degli europei?

Share

Written by:

22 Posts

View All Posts
Follow Me :